L’azienda agricola Caposella nasce quando Elisa Petrucci unisce, neanche trentenne, due porzioni delle proprietà appartenenti da generazioni a diversi rami della sua famiglia materna, storicamente radicata in numerosi territori della provincia salentina e sempre con predominante vocazione agraria.

Quando nel 1996 Elisa inizia ad occuparsi dell’oliveto di Ugento nessuno ancora scommette sull’olio pugliese di qualità, tantomeno sui monovarietali da cultivar autoctone.
Nel novembre del 2000 imbottiglia per gli amici duecento litri di olio, la prima Ogliarola in purezza.
Subito le sollecitazioni ed i riconoscimenti dalla stampa specializzata più lungimirante confermano che quella è la strada da percorrere.
A Natale 2003 nasce dalle olive di Otranto e si imbottiglia la prima Cellina in purezza; nel 2006 le olive al naturale e da queste la crema.
Nel 2011 con Luigi il progetto più difficile: il restauro della Masseria Caposella, da decenni in stato di abbandono.
Finalmente, nel luglio 2013, Caposella riapre, destinata ora all’ospitalità ed all’accoglienza.